BEATO PAOLO GIUSTINIANI

Cammino Camaldolese di San Benedetto

SULLE ORME DEL BEATO PAOLO GIUSTINIANIANI : DA CAMALDOLI A EREMO DI MONTECORONA

Da : http://ora-et-labora.net/penco1.html

“ Giunti quasi al terzo anno dopo il Mille, in tutto il mondo, ma soprattutto in Italia, accadde che cominciarono ad essere rinnovate tutte le chiese....  sembrava che il mondo stesso, quasi volendosi riscuotere e liberare dalla vecchia veste, si ricoprisse di un manto di chiese, nuovo e candido.

Allora tutti i fedeli si preoccuparono di restaurare con cura le chiese vescovili, tutti i monasteri dedicati ai diversi santi e anche i piccoli oratori delle zone rurali “.       

Rodolfo il Glabro - Storie dell’Anno MILLE

 ALLE ORIGINI DEL MONACHESIMO OCCIDENTALE  : 

 VERSO NORCIA  E LA VALLE CASTORIANA

SANT’ ALBERTINO

DA MONTONE

“ La verità è che siamo tutti pellegrini, in cerca di una risposta alla nostra inquietudine“  

A partire dal IV secolo , con il diffondersi dell’ideale di vita monastica legato ai Padri del deserto, anacoreti e monaci, inizia un nuovo tipo di pellegrinaggio verso i luoghi da loro abitati , nei quali si svolgeva una vita dedita alla preghiera e alla contemplazione. Uomini e donne si rivolgevano a loro per la direzione spirituale, per una preghiera , per un consiglio ; la gente partiva “ per andare a vedere il santo “ o per sentire una parola che potesse illuminare la propria vita. Così in Europa nacquero diversi monasteri,  che presto diventarono luoghi  di vita cristiana esemplare e custodi della cultura ; alla fine essi costituirono un vero e proprio faro di speranza , tanto da divenire meta di pellegrinaggio, come accadde per Subiaco , Monte Cassino, Glendalough in Irlanda, Tours in Francia  e i monasteri del Sud dell’Inghilterra “  .  Da : Padre Cesare Atuire - Il viaggio della vita : il pellegrinaggio Edizioni Fivestore, Milano, 2012.

IL CENTRO DELLA RUOTA   - PICCOLA REGOLA DI SANTA ILDEGARDA DI BINGEN

Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google. Google usa i dati raccolti per tracciare ed esaminare l'uso di questo sito, per produrre rendiconti sulle sue attività e condividerle con altri servizi Google.

Google potrebbe usare i dati raccolti per contestualizzare e personalizzare la pubblicità del proprio network pubblicitario.

Dati personali raccolti: cookie e dati di utilizzo. Luogo di elaborazione: Stati Uniti d'America. La privacy policy di Google è qui.